ARGELIA MINGARELLI

Registrazioni effettuate al Villaggio Le Prata di Nocera Umbra il 21 agosto 2016.

Argelia Mingarelli, anni 85 portatrice di un vasto repertorio di canti popolari

BREVE RIASSUNTO DELLA LEGGENDA DI GENOVEFFA DI BRAMANTE

 

 

Sigfrido conte di Treviri, preso d'amore per la bella Genoveffa di Bramante, la sposa e la conduce nel suo castello. Dopo qualche tempo Sigfrido, dovendo partecipare, coi suoi vassalli, alla crociata, è costretto a lasciare la sposa, che affida alla custodia di Golo, suo scudiero. Rimasto, assoluto padrone, nel castello del suo signore, Golo, segretamente innamorato di Genoveffa, cerca di farla sua. Esasperato per le ripulse della donna, si vendica, suscitando contro di lei ingiuriosi sospetti, ed intercetta i suoi messaggi allo sposo. Sigfrido, reso diffidente dal silenzio della sposa, manda al castello il barone Drago, cugino di Genoveffa e suo amico, coll'incarico d'indagare. Malgrado i maneggi ostili di Golo, Drago penetra nelle stanze di Genoveffa; ma quando n'esce viene ucciso da Golo. Questi sparge la voce che questi era l'amante della cugina. Informatone, Sigfrido ordina che Genoveffa venga decapitata; ma i soldati, incaricati dell'esecuzione, mossi da pietà, la lasciano libera nel bosco. Alcuni anni più tardi, Sigfrido ritorna al castello e sorprende Golo, che nei bagordi cerca di soffocare il rimorso. Investito dal conte, Golo afferma l'innocenza di Genoveffa e s'uccide. Avendo appreso che la sposa non venne decapitata, Sigfrido ne va in cerca e la trova nel bosco col suo bambino.

GENOVEFFA PRIMA PARTE.avi
File video 89.6 MB
GENOVEFFA SECONDA PARTE.avi
File video 64.8 MB
GENOVEFFA TERZA PARTE.avi
File video 58.7 MB

CANTAMAGGIO.avi
File video 27.6 MB
SANT'ANNA.avi
File video 41.8 MB
STORNELLO.avi
File video 22.3 MB