VINCITORI 23° CONCORSO                              "GIOVANNA DAFFINI"  2017

Il Comune di Motteggiana (Mantova) ha pubblicato i risultati del 23° Concorso Nazionale "Giovanna Daffini" per testi inediti da cantastorie. La cerimonia di premiazione sarà effettuata domenica 4 giugno, dalle 17, durante il 24° "Giorno di Giovanna", che prevederà un Convegno Nazionale ed esibizioni di cantastorie provenienti da tutta Italia, premiati e non. Un invito, quindi, a partecipare!!!

       I TESTI E GLI ARTISTI PREMIATI AL 23° CONCORSO NAZIONALE 
                       “GIOVANNA DAFFINI” (4 GIUGNO 2017)

A) Trofeo “Giovanna Daffini”:
1° Premio (“Trofeo Giovanna Daffini”) a Francesco Pelosi per il testo Nordest, “magistrale interpretazione accompagnata da una tavolozza timbrica di forte suggestione” 
2° Premio, ex aequo, a Rosita Caliò, per il testo DJ Fabo, “per una superba interpretazione di un testo più che attuale” e Francesca Prestia, per il testo il valzer di Nino e Giovanna, “Interpretazione di alto livello stilistico e musicale”
3° Premio ad Agnese Monaldi, per il testo La sofferenza delle donne, “efficace esempio d’impegno artistico di tematiche che dalla tradizione sfociano in nuove sperimentazioni, supportate da un raffinato arrangiamento attualità”.

La Giuria delibera di assegnare questi ulteriori premi:
Premio “Maestri dei Cantastorie” a Giuliano Piazza (alla memoria) e a Roberta Pestalozza “per il costante, alto impegno nel mondo dei cantastorie” 
Premio speciale fuori concorso a Lega di Cultura di Piadena “nel 50° della sua fondazione” 
Premio della Critica a:
Marzia Schenetti, Gianfranco Domizi e Simone Domizi, “il rap come nuovo strumento di analisi della ricerca”
Jenni Gandolfi, “Per il felice esordio nel mondo dei cantastorie”
Gianni Gili (Giangili), “La canzone sportiva fra tradizione e innovazione”
Premio della Giuria a Rocco Rosignoli, “per l’interpretazione di avvenimenti di cronaca ormai divenuta storia”
Premio continuità e tradizione a:

 I Giorni Cantati
Francesco Cipriani
Premio della Musica a Le canzoni da marciapiede, “per la qualità e ricchezza delle armonie”.

B) Premio Sezione speciale “Il medio corso del Po e i suoi valori: Riserva MaB Unesco ”:

1° Premio ex aequo a: Ornella Fiorini, per il testo La mé strada, “interessante esempio di un motivo per rinarrare a se stessi il dialetto” e Wainer Mazza, per il testo Amor di Po, “Nuove modalità artistiche di un cultore del Grande Fiume”
2° Premio a Carla Zolari/Donne alla Fontana, per il testo Le ninfe del Po, Le acque avvicinano le Alpi alle sponde del Po”.

C) Premio speciale “Ponti o muri… il mondo si muove”
1° Premio a Mehta Jagjit Rai, per il testo Nessuno mi ha detto spegni la luna, “tra memoria e ironia”

Testi pervenuti: 69, comprese le Sezioni speciali.

 

 


                      PREMI RIBALTE DI FANTASIA 2016

La Giuria del Premio Nazionale “Ribalte di Fantasia” 2016, nel trentennale della sua istituzione, si complimenta con i partecipanti per l’alto livello culturale degli elaborati presentati, il cui numero ha registrato il record assoluto.

 

Assegna i seguenti Premi “Ribalte di Fantasia”:

 

Alla Carriera:

 

Franco Simoni (“Compagnia Città di Ferrara”), Ferrara

Giacomo Onofrio (“Teatro dei Burattini di Onofrio”), Carpenedolo, Brescia

 

Alla eccelsa continuità artistica:

 

Riccardo Pazzaglia (“Burattini di Riccardo”), Bologna

Maurizio Corniani (“Centro Teatrale Corniani), Quingentole (Mantova)

 

Alla eccelsa ecletticità artistica:

 

Vittorio Zanella (“Teatrino dell’ES”), Castenaso, Bologna

 

All’Arte, fra tradizione e innovazione:

 

Vladimiro Strinati (“Compagnia Vladimiro Strinati”), Cervia, Ravenna

 

All’Arte come impegno civile:

 

Compagnia Le Calzebraghe, Catania/La Spezia

Elis Ferracini e Maurizio Mantani ("FéMateatro"), Busto Arsizio, Varese e Anzola Emilia, Bologna

 

Alle nuove generazioni artistiche:

 

Cristian Bonacina (“Burattini Bonacina”), Ghisalba, Bergamo

 

Per i progetti scolastici:

 

Classe III A della Scuola Primaria “Don Giovanni Fornasini”, Alto Reno Terme, Bologna

Insegnante: Nadia Nucci

 

All’Arte burattinesca, tra fiaba e letteratura:

 

Sandra Pagliarani (“Compagnia NasInSù”), Bologna

Margherita Cennamo (“Il Teatrino di Mangiafoco”), Bologna

 

Alla tradizione del Teatro Amatoriale:

 

Amleto Gardenghi (“Compagnia Burattini di Vergato”), Vergato, Bologna

 

LA CERIMONIA DI CONSEGNA DEI PREMI NAZIONALI “RIBALTE DI FANTASIA” SARÀ EFFETTUATA DOMENICA 7 MAGGIO, DALLE 16, PRESSO IL CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DEL MONDO AGRICOLO FERRARESE (MAF)

Via Imperiale n. 263 a San Bartolomeo in Bosco/Ferrara

 

(www.mondoagricoloferrarese.itinfo@mondoagricoloferrarese.it - Tel. 0532.715294)

     COMUNE DI MOTTEGGIANA

(Provincia di Mantova)

 

 

CONCORSO DEDICATO A GIOVANNA DAFFINI

SEZIONE CANTASTORIE

Anno 2017

 

Il Comune di Motteggiana, in collaborazione con il Comitato per <Giovanna Daffini> bandisce il 21°  concorso nazionale riservato a testi inediti di cantastorie.

 

BANDO DI CONCORSO

 

1)     Tema – Il concorso è a tema libero.

2)     Modalità di partecipazione – Il concorso è aperto a tutti i cantastorie. Possono partecipare anche autori di testi inquadrabili nel repertorio dei cantastorie.

Ciascun concorrente potrà concorrere con un massimo di tre testi inediti con le seguenti modalità:

-        dovrà inviare il testo dattiloscritto, unito ad un Compact Disc con l’esecuzione dei testi. Quanto sopra, ai fini dell’eventuale pubblicazione su Compact Disc antologico/i dei loro elaborati, se ritenuti meritevoli di pubblicazione dalla Commissione giudicatrice, di cui ai successivi articoli 5 e 6.

-        Sui lavori presentati non dovrà apparire il nome dell’autore ma un motto (breve frase o parola). Tale motto dovrà apparire su una busta chiusa contenente le generalità complete dell’autore (compreso indirizzo e numero telefonico).

Il concorrente può presentare il solo testo o testo e musica.

3)     Termini – I lavori dovranno pervenire, in busta chiusa, in un unico plico, entro le ore 12.00 del 29 aprile 2017 al seguente indirizzo: <CONCORSO GIOVANNA DAFFINI – SEZIONE CANTASTORIE, SEGRETERIA DEL COMUNE DI MOTTEGGIANA, Via Roma 10 – 46020 Motteggiana (MN)>.

4)     Prerogative dell’Ente banditore – I lavori presentati non saranno restituiti. L’adesione al concorso autorizza l’Ente banditore alla pubblicazione in qualsiasi occasione, sia integrale che parziale, dei lavori.

5)     Commissione giudicatrice – La Commissione giudicatrice si riserva di assegnare riconoscimenti speciali per la miglior musica originale, nonché premi per artisti di determinate aree regionali, identificati di anno in anno. Si riserva, inoltre, la facoltà di proporre, a tale scopo, la nomina, di volta in volta, di esperti, al cui insindacabile giudizio ci si affiderà per l’assegnazione dei premi.

6)     Nomina del vincitore – La Commissione, a suo insindacabile giudizio, nominerà tre vincitori, cui saranno assegnati i seguenti premi: 1° classificato: € 350.00 + Trofeo Giovanna Daffini; 2° classificato: € 250.00; 3° classificato € 150.00. Il primo classificato dovrà esibirsi in uno spettacolo da tenersi nell’ambito della manifestazione. Qualora i vincitori non dovessero essere presenti alla manifestazione, non avranno diritto al premio in denaro.   

7)     La commissione si riserva inoltre il diritto di assegnare altri riconoscimenti onorifici ad artisti ritenuti particolarmente meritevoli.

8)     Premiazione – La premiazione si svolgerà DOMENICA 4 giugno 2017 dalle ore 17.00 a Villa Saviola di Motteggiana – Area Feste (zona Palazzetto dello sport)

 

 

 

PREMI SPECIALI

 

Il Comune di  Motteggiana, in analogia a precedenti e interessanti esperienze, ai sensi degli articoli 5 e 7 del Regolamento dell’omonimo Concorso riservato a testi inediti di cantastorie, istituisce due sezioni speciali nell’ambito del 21° Concorso Nazionale “Giovanna Daffini”.

 

Tali sezioni sono dedicate a:

 

Ponti o Muri… il mondo si muove  

 

Il medio corso del Po e i suoi valori: Riserva MAB Unesco

 

Gli Autori concorrenti dovranno inviare i loro elaborati (per un massimo di tre testi inediti per sezione, intesi come da Regolamento generale e con le modalità ivi previste) su Compact Disc, entro le ore 12.00 del 29 aprile 2017 a:

 

Comune di Motteggiana

(Sezioni speciali Premio Giovanna Daffini)

Via Roma, 10

46020 Motteggiana (Mantova)

 

La Commissione giudicatrice assegnerà a suo insindacabile giudizio due

Premi Speciali:

 

Ponti o Muri… il mondo si muove  

 

Il medio corso del Po e i suoi valori: Riserva MAB Unesco

 

nonché eventuali altri riconoscimenti, sempre a giudizio insindacabile della Giuria.

 

Resta inteso che gli Autori partecipanti potranno aderire anche al tradizionale Concorso Nazionale, giunto alla 21ª edizione.

 

I lavori presentati non saranno restituiti. L’adesione al concorso autorizza l’Ente banditore alla pubblicazione in qualsiasi occasione, sia integrale che parziale, dei lavori.

 

La premiazione si svolgerà a Villa Saviola di Motteggiana – Area Feste (zona Palazzetto dello sport), il 4 giugno 2017 dalle ore 17.00, in occasione de “Il Giorno di Giovanna”.

 

 

CALENDARIO A.I.CA. 2017

CALENDARIO 2017 DELL'A.I.C.A.                   - LORENZO DE ANTIQUIS -

 

E' uscito il Calendario 2017 dell'Associazione

Italiana Cantastorie dal 1947 - Forlì -

 

In occasione del 70° anniversario dell'A.I.C.A.  ecco a voi .... un bel calendario Con le immagini dei Cantastorie che hanno partecipato alla Sagra di Santarcangelo di Romagna (RN). 

 

Un buon 2017 e Auguri a tutti!

Per richieste e-mail: aicaldeantiquis@yahoo.it

                       www.ilcantastoriedeantiquis.com

 

IL BANDO DEL PREMIO NAZIONALE

"RIBALTE DI FANTASIA" 2016

La rivista di tradizioni popolari "II Cantastorie" ed il "MAF - Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese" indicono il Premio "Ribalte di Fantasia", riservato a copioni inediti del Teatro dei Burattini relativi all'anno 2016. Si tratta della XXVIII edizione dell'iniziativa, nata nel 1988 dal "Teatro Setaccio Burattini e Marionette" (T.S.B.M.) di Otello Sarzi e dalla rivista "Il Cantastorie".

"Ribalte di Fantasia" 2016 si articola in tre sezioni:

Teatro tradizionale dei Burattini

Copioni tratti da favole (o ad esse ispirati) o nuove esperienze
che traggano linfa dal Teatro tradizionale

Video, DVD ecc. con esempi di spettacoli del Teatro dei Burattini.

Saranno presi in considerazione per il Premio 2016 i copioni o i materiali filmici ricevuti alla data del 31 marzo 2017.

I materiali pervenuti dopo questa data parteciperanno alla prossima edizione del Premio.

I testi inediti, in tre esemplari, e i materiali filmici potranno essere inviati alla Redazione della rivista

"II Cantastorie"
c/o Giorgio Vezzani,Via Manara, 25
, 42122 Reggio Emilia

oppure all'e-mail:

quellodelcantastorie@gmail.com

 

I premi saranno consegnati entro il 30 giugno 2017 nel corso di una cerimonia che si terrà presso il MAF - Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese di San Bartolomeo in Bosco (Ferrara).

SCARICA BANDO RIBALTE DI FANTASIA
2016BANDO.pdf
Documento Adobe Acrobat 11.2 KB

20° Concorso Nazionale “Giovanna Daffini” – sezione cantastorie e Premio Sezioni Speciali

 

20° Concorso Nazionale “Giovanna Daffini” – sezione cantastorie e Premio Sezioni Speciali: 

 

La conquista del diritto di voto alle Donne (1946-2016) nell’Arte dei cantastorie”

Mantova, Capitale italiana della Cultura 2016 nell’Arte dei Cantastorie”

 

 La Giuria del 20° Concorso Nazionale “Giovanna Daffini”, riunitasi il giorno 11 maggio 2016 alle ore 17.00 presso la sede municipale di Motteggiana,  dopo aver ascoltato i testi pervenuti in n. 49    di cui n.38 relativi alla sezione cantastorie e 

n.11 relativi alle sezioni speciali “La conquista del diritto di voto alle Donne (1946-2016) nell’Arte dei cantastorie” e “Mantova Capitale italiana della Cultura 2016 nell’Arte dei Cantastorie”, presentati da  artisti, ha espresso i seguenti risultati:

 

A) Concorso Nazionale “Giovanna Daffini” sezione cantastorie:

 

 Premio (“Trofeo Giovanna Daffini”) a Lisetta Luchini, per il testo “Il popolare canto”, “Interpretato magistralmente dall’Autrice”

 

2° Premio a Rocco Jenco per il testo “Gioacchino Murat”, “di alto impatto testuale e musicale”

 

3° Premio ex-aequo a

Giada Salerno/Francesco Giuffrida per il testo “Mari nostrum”, “efficace esempio di tragica attualità

Francesca Prestia, per il testo “La decimazione della Catanzaro”, “in piena sintonia fra tradizione e innovazione

 

La Giuria delibera di assegnare questi ulteriori premi:

 

PREMIO “MAESTRI DEI CANTASTORIE” a Rosita Caliò, “per una vita ‘da’ cantastorie”

 

PREMI SPECIALI a

Salvatore Panu e Katia Sassoni, “per attività, sperimentazione e umiltà in contesti multidisciplinari”

Roberto Seniga e Leardo Taraschi, “per la continuità di una grande tradizione popolare padana”

 

Premio della Giuria a Mehta Jagjit Rai per “melismi di altre terre che narrano il dramma degli emigranti

 

Premio della Critica ex aequo a

Daniele Mutino, per i “testi caratterizzati efficacemente da timbri e arrangiamenti originali

Davide Giromini, per “un testo denso di profonda attualità”

 

Premio per la narrazione a Luca Vivarelli e al gruppo “Di terra in terra”, per “testi nel solco della tradizione narrativa della cultura popolare toscana”  

 

 

Premio regionale ex aequo a

Giuseppe Castello

Gianni Vico

per “produzioni di alto valore culturale territoriale”

 

 

 B) Premio sezioni speciali: “La conquista del diritto di voto alle Donne (1946-2016) nell’Arte dei cantastorie” e “Mantova Capitale italiana della Cultura 2016 nell’Arte dei Cantastorie”:

 

SEZIONE “La conquista del diritto di voto alle Donne (1946-2016) nell’Arte dei cantastorie”

 

1° Premio a Daniele Poli per il testo “Tosca, Rosa e le altre”, per “l’alta capacità narrativa nel filone della grande tradizione popolare toscana

 

2° Premio ex aequo a

Caterina Lusuardi

Angela Batoni

per “l’efficace estro creativo”

 

 

 SEZIONE “Mantova Capitale italiana della Cultura 2016 nell’Arte dei Cantastorie”

 

1° Premio a Ornella Fiorini, per il testo “Angelica”, “caratterizzato da sensibilità, poesia e amore per la terra mantovana”

 

2° Premio ex aequo a

Wainer Mazza

Donne alla Fontana

per “interessanti contributi sulla tematica”

 

 

PREMI NAZIONALI

RIBALTE DI FANTASIA 2015

 

 

Premio “Ribalte di Fantasia 2015” a Vladimiro Strinati, Cervia (Ravenna): per la sua ultradecennale attività artistica di “Narratore e Burattinaio”, felice esempio di teatro - anche in spazi e luoghi ridotti, con burattini tradizionali, narrazioni, figure e oggetti - che dà vita a spettacoli di grande suggestione culturale.

 

Premio “Ribalte di Fantasia 2015” a Milena Fantuzzi di Bologna (Compagnia I Burattini di Riccardo): per l’atto unico La pedalata di Sganapino, splendido testo nel solco della tradizione burattinesca della scuola bolognese.

 

Premio “Ribalte di Fantasia 2015” a Patrizia Ascione e Stefano Cavallini (Habanera Teatro) di Pisa: per il copione Cenerentolo, in piena sintonia e secondo le aspettative di Otello Sarzi, fondatore, con Giorgio Vezzani, del Premio Ribalte di Fantasia.

 

Premio “Ribalte di Fantasia 2015” a Ferruccio Bonacina (Compagnia I Burattini Bonacina) di Ghisalba (Bergamo): per la favola natalizia Gioppino e la notte più lunga che ci sia… (la notte di Santa Lucia), in un mondo tra fiaba, leggenda e teatro dei Burattini della scuola bergamasca.

 

Premio “Continuità” a Stefano Franzoni (Teatro delle Teste di Legno) di Ferrara: per una oculata e libera traduzione, in chiave burattinesca tradizionale, della farsa il Dottore burlato di Ettore Bresbi.

 

Premio “Nuovi Teatri” alla Compagnia Le Calze Braghe di Catania-La Spezia: per il copione Arion e il mistero degli abissi, con burattini e cantastorie, efficace esempio di produzione con canoni proiettati nel futuro.

 

Premio “Nuove proposte” a Tarassaco Teatro di Figura di Bologna: per il copione C’era una volta un condominio, efficace esempio di spettacolo di burattini a guanto non tradizionali, in una prospettiva progettuale innovativa.

 

La premiazione verrà effettuata domenica 8 maggio, dalle 16, presso il Centro di Documentazione del Mondo Agricolo Ferrarese (MAF) (www.mondoagricoloferrarese.it) di San Bartolomeo in Bosco/Ferrara, Via Imperiale n. 263.

 

MAF e rivista “Il Cantastorie”

 

 

 

COMUNE DI MOTTEGGIANA

(Provincia di Mantova)

 

 

CONCORSO DEDICATO A GIOVANNA DAFFINI

SEZIONE CANTASTORIE

Anno 2016

 

Il Comune di Motteggiana, in collaborazione con il Comitato per <Giovanna Daffini> bandisce il 20°  concorso nazionale riservato a testi inediti di cantastorie.

 

BANDO DI CONCORSO

 

1)     Tema – Il concorso è a tema libero.

2)     Modalità di partecipazione – Il concorso è aperto a tutti i cantastorie italiani. Possono partecipare anche autori di testi inquadrabili nel repertorio dei cantastorie.

Ciascun concorrente potrà concorrere con un massimo di tre testi inediti con le seguenti modalità:

-        dovrà inviare il testo dattiloscritto, unito ad un Compact Disc con l’esecuzione dei testi. Quanto sopra, ai fini dell’eventuale pubblicazione su Compact Disc antologico/i dei loro elaborati, se ritenuti meritevoli di pubblicazione dalla Commissione giudicatrice, di cui ai successivi articoli 5 e 6.

-        Sui lavori presentati non dovrà apparire il nome dell’autore ma un motto (breve frase o parola). Tale motto dovrà apparire su una busta chiusa contenente le generalità complete dell’autore (compreso indirizzo e numero telefonico).

Il concorrente può presentare il solo testo o testo e musica.

3)     Termini – I lavori dovranno pervenire, in busta chiusa, in un unico plico, entro le ore 12.00 del 29 aprile 2016 al seguente indirizzo: <CONCORSO GIOVANNA DAFFINI – SEZIONE CANTASTORIE, SEGRETERIA DEL COMUNE DI MOTTEGGIANA, Via Roma 10 – 46020 Motteggiana (MN)>.

4)     Prerogative dell’Ente banditore – I lavori presentati non saranno restituiti. L’adesione al concorso autorizza l’Ente banditore alla pubblicazione in qualsiasi occasione, sia integrale che parziale, dei lavori.

5)     Commissione giudicatrice – La Commissione giudicatrice si riserva di assegnare riconoscimenti speciali per la miglior musica originale, nonché premi per artisti di determinate aree regionali, identificati di anno in anno. Si riserva, inoltre, la facoltà di proporre, a tale scopo, la nomina, di volta in volta, di esperti, al cui insindacabile giudizio ci si affiderà per l’assegnazione dei premi.

6)     Nomina del vincitore – La Commissione, a suo insindacabile giudizio, nominerà tre vincitori, cui saranno assegnati i seguenti premi: 1° classificato: € 350.00 + Trofeo Giovanna Daffini; 2° classificato: € 250.00; 3° classificato € 150.00. Il primo classificato dovrà esibirsi in uno spettacolo da tenersi nell’ambito della manifestazione. Qualora i vincitori non dovessero essere presenti alla manifestazione, non avranno diritto al premio in denaro.   

7)     La commissione si riserva inoltre il diritto di assegnare altri riconoscimenti onorifici ad artisti ritenuti particolarmente meritevoli.

8)     Premiazione – La premiazione si svolgerà DOMENICA 5 giugno 2016 dalle ore 17.00 a Villa Saviola di Motteggiana – Centro Feste

PREMI SPECIALI

 

 

 

Il Comune di  Motteggiana, in occasione delle celebrazioni per il settantesimo anniversario del diritto di voto alle Donne (1946-2016) e della proclamazione della Città di Mantova a Capitale italiana della Cultura 2016, ai sensi degli articoli 5 e 7 del Regolamento dell’omonimo Concorso riservato a testi inediti di cantastorie, istituisce due sezioni speciali nell’ambito del 20° Concorso Nazionale “Giovanna Daffini”.

 

Tali sezioni sono dedicate a:

 

Settant’anni e non sentirli!

A settant’anni dal diritto di voto alle donne.

A quando però un’effettiva parità di genere?

 

 

Mantova, Capitale italiana della Cultura 2016:

il plurisecolare fascino della Città e  del suo Mondo Rurale

 

Gli Autori concorrenti dovranno inviare i loro elaborati (per un massimo di tre testi inediti per sezione, intesi come da Regolamento generale e con le modalità ivi previste) su Compact Disc, entro le ore 12 del 29 aprile 2016, a:

 

Comune di Motteggiana

(Sezioni speciali Premio Giovanna Daffini)

Via Roma, 10

46020 Motteggiana (Mantova)

 

La Commissione giudicatrice assegnerà a suo insindacabile giudizio due

 

Premi Speciali:

 

“La conquista del diritto di voto alle Donne (1946-2016)

nell’Arte dei cantastorie”

 

“Mantova, Capitale italiana della Cultura 2016-02-28

nell’Arte dei Cantastorie”

 

nonché eventuali altri riconoscimenti, sempre a giudizio insindacabile della Giuria.

 

Resta inteso che gli Autori partecipanti potranno aderire anche al tradizionale Concorso Nazionale, giunto alla 19ª edizione.

 

I lavori presentati non saranno restituiti. L’adesione al concorso autorizza l’Ente banditore alla pubblicazione in qualsiasi occasione, sia integrale che parziale, dei lavori.

 

La premiazione si svolgerà a Villa Saviola di Motteggiana – Centro Feste, il 5 giugno 2016 dalle ore 17.00, in occasione de “Il Giorno di Giovanna”.

 

 

L'A.I.CA ricorda GIULIANO PIAZZA alla 47ma sagra nazionale dei Cantastorie  a Santarcangelo di Romagna 11.11.2015

Santarcangelo 11.11.2015

Dedi De Antiquis con Marco Piazza, figlio di Giuliano e nipote di Marino

 

Mercoledì 11 novembre a Santarcangelo di Romagna nel corsoo della 47ma Sagra Nazionale dei Cantastorie è stata consegnata dall'Amministrazione Comunale una targa al cantastorie FRANCO TRINCALE

Il Comune di Forlì ha dedicato un Parco Pubblico sito in Via Mascagni (Quartiere Musicisti) a Lorenzo De Antiquis. Un particolare ringraziamento alla figlia Edda "Dedi"che in veste di Presidente dell' A.I.CA".L.De.Antiquis" (Associazione Italiana  Cantastorie) si e' tanto data da fare per ottenere questo risultato.


STAND DEL CANTASTORIE FIERA MILLENARIA DI GONZAGA (MN)                           5-13 SETTEMBRE 2015 allestito da WAINER MAZZA

                                           NOTIZIE

Due importanti notizie che riguardano due partecipanti e vincitori del Concorso "Giovanna Daffini" per testi inediti da cantastorie:

Francesco Benozzo, vincitore 2015  con Fabio Bonvicini per la sezione CANTASTORIE E LA GRANDE GUERRA, è stato candidato al Premio Nobel per la Letteratura 2016 dal Pen Club International spagnolo.

La motivazione ufficiale del Pen Club mette al centro l’impegno di Benozzo per la poesia orale, l’esecuzione dal vivo come forma di espressione originale ed il costante e intenso lavoro di filologo ed etno-filologo.


Andrea Belmonte e Valentina Pira con "Le canzoni da marciapiede" sono stati  in lizza per entrare nella rosa dei finalisti ad una delle "Targhe" per il Premio Tenco 2015 con il testo "Nove metri" che ha vinto il Trofeo Daffini nel 2015.

Francesco Benozzo, il poeta anarchico dei paesaggi che “tenta” i giurati del Nobel
Continua a leggere su GraphoMania: http://blog.graphe.it/2015/09/22/francesco-benozzo-poeta-anarchico-nobel#ixzz3mm6gtm3D


 

 

 

 

A.I.CA., l’Associazione per la storia dei cantori ambulanti

Si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle cariche per il periodo 2014-2018

 

All’A.I.CA., Assciazione Italiana Cantastorie, si deve la sopravvivenza e la continuità della figura dei cantori ambulanti negli ultimi ottant'anni e, insieme, la dignità di autentici artisti popolari, che dopo la seconda guerra mondiale era andata perduta, quando erano considerati niente più che mendicanti di altri tempi.

Il romagnolo Lorenzo De Antiquis (1905-1999), che già negli anni Venti del secolo scorso aveva avvertito la necessità di dare vita ad iniziative sociali e sindacali nell’intento di salvaguardare la dignità della figura del cantastorie, nel 1947, insieme ad altri cantastorie, pensò di costituire l’A.I.CA., in occasione di un incontro a Crocette di Castelfidardo (Ancona).

La costituzione avvenne il 6 novembre di quell’anno alla “Trattoria del Gallo” di Rimini: primo Presidente fu eletto il romagnolo Alfredo Silvagni che rimase in carica fino al 1950. La funzione passò quindi al bolognese Mario Bruzzi e poi, dal 1952 al 1956, al reggiano Gaetano Cagliàri.

Dal 1957 al 1999, anno della sua scomparsa, Lorenzo De Antiquis svolse la sua attività, oltre che di cantastorie, di Presidente con un’efficace collaborazione all’organizzazione delle annuali Sagre Nazionali dei Cantastorie e con altrettanto validi interventi presso le autorità comunali di diverse città per ottenere la disponibilità di piazze e mercati per le esibizioni dei cantastorie.

Alla scomparsa di “Lorenzino” la figlia Dedi, che da diversi anni accompagnava il padre, decise di far rinascere lo spirito, la dignità, la passione che da sempre sono state proprie del’A.I.CA.. Dopo alcuni anni durante i quali l’associazione sembrava aver smarrito la propria identità, Dedi, nel segno della tradizione famigliare e con grande impegno e sacrifici, riuscì a ritrovare gli antichi compagni di viaggio dell’A.I.CA. e, inoltre, a incontrare i nuovi che oggi intendono percorre le strade dei cantastorie tradizionali, secondo le nuove tendenze dello spettacolo popolare. Già le elezioni del 2009 hanno proposto un gruppo dirigente unito nelle decisioni e negli scopi da raggiungere e le recenti votazioni per il rinnovo delle cariche confermano la stessa determinazione.

Questi i risultati delle votazioni per il periodo 2014-2018:

Presidente: Dedi De Antiquis

Vice Presidente: Gian Paolo Borghi

Consiglieri: Fabrizio Cresti, Angelamaria Golfarelli, Tiziana Oppizzi, Giuliano Piazza.

Il 2014 si presenta come un anno importante per gli anniversari che saranno ricordati nel corso del “Giorno di Giovanna”, organizzato dal Comune di Motteggiana. A cominciare dal centenario della nascita di Giovanna Daffini e dalla ventesima edizione del concorso per testi da cantastorie dedicato alla memoria della cantante popolare nata a Villa Saviola del Comune di Motteggiana, senza dimenticare il Convegno di Bologna del 1954, in occasione del quale la stampa quotidiana e le riviste diedero grande risonanza ai cantori ambulanti definendoli “cantastorie” che da allora non si presentarono più come “canzonettisti”.