L'ATTUALITA' DEL CANTASTORIE

 

Ecco una ballata di stretta attualità sui fatti di Ventimiglia. Tutti i media, giornali, radio, Tv, rete, danno notizie che riguardano un folto gruppo di migranti che dallo scorso giugno sono accampati sugli scogli di Ventimiglia al confine con la Francia. Un viaggio, quello dei migranti, che non termina però a Ventimiglia, sbarcati nel sud Italia molti si incamminano fino al nord per raggiungere le frontiere europee con inenarrabili difficoltà e sofferenze, andando a volte anche incontro alla morte.

Cercano di arrivare  nei paesi del Nord Europa, ma le regole che si è data l'Unione Europea di fatto impediscono loro di raggiungere queste mete. Nel caso specifico il governo francese impedisce loro diculturale a testi della sua nuo entrare in Francia e così i migranti attendono in condizioni inumane sugli scogli di Ventimiglia e il 30 settembre 2015 sono stati “sgomberati” dalle forze dell'ordine. Dalla Lega di Cultura di Piadena, fondata da Gianni Bosio, che continua dagli anni '60 la sua opera di promozione culturale, uno spunto per far riflettere sull'oggi e sulla funzione che può avere il canto e il cantastorie nella narrazione del presente.  Jagjit Rai Mehta, immigrato indiano, dopo aver fatto diversi lavori in Italia tra i quali anche l'inserviente nel circo, da alcuni anni è occupato come bergamino ( mungitore) a Piadena (CR).Quest'anno nell'ambito del concorso per testi da cantastorie “Giovanna Daffini” che ha il suo momento conclusivo nella manifestazione il “Giorno di Giovanna” ha ricevuto il premio della Critica per un originale impegno artistico che abbina musiche della sua tradizione culturale ai testi nella lingua della sua nuova terra. E proprio nella sua nuova terra riflette e mette in musica le sue sensazioni con un linguaggio ingenuo e persuasivo”.

La ballata Anime in trappola“ è stata scritta di getto proprio all'indomani dei fatti di Ventimiglia. Eseguita nella sua caratteristica modalità espressiva, si inserisce a pieno titolo nella tradizione del canto dei cantastorie, una attenzione ai “fatti” che Jagjit ha dimostrato anche in altre occasioni.

Il video è stato realizzato lo scorso 15 agosto in occasione di un pomeriggio conviviale a Pontirolo (CR) presso la casa di Gianfranco “Micio” Azzali sede della Lega di Cultura di Piadena.

 

 

Consegna della pergamena a Jagjjt Rai Mehta, bergamino indiano, vincitore del Premio della Critica al Concorso "Giovanna Daffini" 2015, ora appesa nel cortile della sede della Lega di Cultura di Piadena a Ponritolo (CR).

ANIME IN TRAPPOLA.mpg.mpeg
MPEG Video File 38.8 MB